Categorie
Comunicati Stampa

Cambio destinazione d’uso

Rimini, 27/04/2020

In questi giorni ci stiamo accorgendo sempre più che siamo figli di un’idea di turismo pensata in un’altra epoca. Oggi le camere piccole, gli spazi comuni ristretti, l’assenza di parcheggi e servizi orientati al cliente pongono molte strutture fuori mercato. Forse lo erano già prima del Covid 19, figuriamoci oggi che viviamo in un mondo che premia i servizi dedicati alla salute. Inevitabilmente, tra pochissimi anni, molte strutture ricettive si vedranno costrette a chiudere.

In molti hanno contattato l’associazione Quartiere 5 per chiedere di portare nel dibattito politico il tema del “cambio di destinazione d’uso” per gli immobili turistici. Purtroppo ad oggi la burocrazia non permette di creare da un albergo degli appartamenti o dei parcheggi, con il risultato di avere centinaia di immobili chiusi e in stato di degrado. Riteniamo sia necessario convertire il capitale immobiliare fermo e che perde valore in qualcosa utile al turismo e alla vita della città.

Chiediamo regole chiare per lo svincolo delle strutture dallo stato di destinazione alberghiera, che evitino abusi e storture già viste in passato, ma che permettano comunque di uscire da questa fase di immobilismo, a volte ideologico. Da cittadini notiamo che gli edifici abbandonati e incompiuti stanno riempiendo le nostre strade e indebolendo l’immagine che diamo ai turisti. Questa crisi ci offre l’occasione di rivalutare questi edifici, metterli nuovamente sul mercato per farli diventare patrimonio decoroso della nostra città.

Chiediamo massima attenzione su questo tema, per non perdere l’occasione di rinnovamento che questo momento storico ci offre.