Categorie
Comunicati Stampa

Piscina Comunale

Il comune di Rimini in questi ultimi anni ha fatto tanto per riqualificare il territorio passando dal centro storico ai vari lungomari finalmente in dirittura di arrivo. Ora rimane in sospeso il “problema” della piscina comunale.
Il nuoto rimane l’attività maggiormente praticata dagli sportivi riminesi per numero di ingressi quotidiani alla vecchia piscina comunale attualmente chiusa. L’attuale struttura, obsoleta per le necessità del territorio e con spazi ridotti (vedi spogliatoi per covid) non risulta più confacente per le necessità di una città come Rimini. Anni addietro era stato deliberato il progetto “Acquarena” che al momento attuale non sembra più praticabile nel luogo indicato.
E’ di questi giorni la notizia della nuova piscina che a settembre verrà inaugurata al Garden Sporting Center; una piscina a 8 corsie per 25 metri, una piscina accanto alla vecchia che va ad incrementare l’offerta natatoria da parte di un gestore privato. Ben vengano strutture sportive da parte di privati che vogliano investire e che aumentino il patrimonio sportivo/sociale a favore della cittadinanza.
E’ indubbio pero’ che una piscina comunale nuova serva a questa città e che debba essere costruita il prima possibile al fine di garantire i nuovi standard richiesti dalla federazione italiana nuoto e dalle norme covid.
In questa nuova situazione, noi cittadini ci permettiamo di proporre di costruire la nuova piscina in un terreno comunale dove magari possa sorgere celermente la nuova struttura comunale. A questo punto Rimini avrà due piscine da 25 metri ubicate nella zona centrale della città (strutture Garden) e nella zona sud una piscina da 50 mt presso il Comune di Riccione.
E Allora, perché non poter immaginare una piscina in zona Rimini Nord? Zona Nord che comprende Celle/Rivabella/Viserba/Viserbella/Torre Pedrera/Santa Giustina con un bacino di oltre 33.000 residenti di cui molti giovani con bambini. Perché non prendere come riferimento il terreno di via PADRE IGINO LEGA/VIA MATTEINI ( a fianco dello stabilimento Sacramora) già destinato a strutture sportive ancora non eseguite? O in alternativa il terreno a fianco del riqualificato campo da BASEBALL di Rivabella e nuovo campo da RUGBY?
Suggestioni o proposte che speriamo siano prese in considerazione al fine di poter avere una nuova struttura in tempi brevi in una zona che possa essere di stimolo-sviluppo e utilità sociale per un’intera comunità.
Riteniamo sia necessaria una condivisione della scelta anche con le varie realtà che operano all’interno delle piscine come UISP, DLF e ACLI che hanno una quadro più ampio e possono per questo essere di grande aiuto.
Siamo sicuri che una proposta come quella indicata sarà attentamente valutata dagli organi competenti.
In attesa di cortese riscontro e sperando di aver fatto cosa gradita si porgono Distinti Saluti.